Mail

I cristiani palestinesi pubblicano il “Dossier sull’apartheid israeliana”.

Articolo originariamente pubblicato su Mondoweiss e tradotto dall’inglese dalla redazione di Bocche Scucite

I cristiani palestinesi si uniscono alle organizzazioni internazionali per i diritti umani e a un numero crescente di organismi ecclesiastici nel definire Israele uno stato di apartheid.
Le ripetute richieste dei cristiani palestinesi di nominare l’apartheid di Israele sono rimaste in gran parte senza risposta. Venerdì scorso, i cristiani palestinesi e i loro alleati in tutto il mondo hanno parlato di nuovo, aggiungendo la loro voce a quella delle organizzazioni internazionali per i diritti umani e di un numero crescente di organismi ecclesiastici che nominano Israele come uno Stato di apartheid.

Durante la pubblicazione di venerdì scorso del “Dossier sull’apartheid israeliana: un appello urgente alle Chiese di tutto il mondo“, il patriarca latino palestinese emerito Michel Sabbah ha dichiarato: “Israele ha bisogno di veri amici che dicano a Israele la verità. Coloro che dicono a Israele: ‘Tutto quello che fai, sbagliato o giusto, è giusto’, non sono veri amici di Israele”. Il patriarca Sabbah ha aggiunto: “I veri amici ti dicono: “Non fare il male a te stesso facendo il male agli altri, cioè al popolo palestinese””.

A questo link l’articoo completo

I cristiani palestinesi pubblicano il “Dossier sull’apartheid israeliana”. | bocchescucite

Ricordiamo la Campagna Ponti e non muri di Pax Christi la cui referente è Rossana Lignano rossana.lignano@gmail.com impegnata per la verità, la giustizia e la pace in Palestina.