Mail

Campagna europea STOP al BLOCCO di GAZA

Il 2022 segna il 16 ° anno dal blocco totale della striscia di Gaza da parte di Israele.
2,3 milioni di persone che vivono nella più grande prigione a cielo aperto del mondo, privati dei diritti umani fondamentali.

Il blocco, applicato intenzionalmente e sistematicamente, è parte integrante della politica di apartheid e di frammentazione della Palestina storica.

Il blocco nega il passaggio di persone e merci dentro e fuori Gaza, rendendola totalmente isolata e invisibile al resto del mondo. Il mondo sente parlare di Gaza solo quando è sotto pesanti attacchi militari – 4 volte negli ultimi 15 anni.

Il blocco è una violenza silenziosa e continua , ed ha un impatto su ogni aspetto della vita quotidiana della Striscia. Gli abitanti di Gaza sono noti per la loro straordinaria capacità di recupero, ma 15 anni di blocco disumano li hanno portati a un punto di rottura.

È necessaria un’azione urgente.

Lo scopo di questa campagna è quello di

  • Evidenziare l’urgenza di una soluzione politica
  • Chiedere la revoca immediata e incondizionata del blocco
  • Sostenere l’unità palestinese.
  • Tendere la nostra mano ai palestinesi nei loro sforzi per l’autodeterminazione, la libertà e la dignità.

Leggi il documento del Coordinamento Europeo delle associazioni e comitati per la Palestina -EC CP e le richieste ( ITALIANO ) e https://www.eccpalestine.org/wp-content/uploads/2022/03/IT_Gaza-Position-paper- 26-3-2022.pdf-con-tabella.pdf