Mail

Papa Francesco nel 2022

Sergio Paronetto

Dopo la pubblicazione del messaggio per la Giornata mondiale della pace del 1 gennaio 2022, dedicato al dialogo tra generazioni, all’educazione e al lavoro, papa Francesco ha aperto l’anno con l’augurio di “agire per la pace con lo sguardo di donna”. Si può leggere una riflessione al riguardo nella rubrica di “Mosaico di pace”, da me curata, denominata “Le parole di Francesco. Dopo l’intervento geopolitico al Corpo diplomatico, di cui proponiamo una sintesi, l’appuntamento più interessante col papa sarà il 27 febbraio a Firenze per l’incontro dei vescovi e dei sindaci del Mediterraneo, promosso in prosecuzione degli incontri ecumenici per la pace svoltisi due volte a Bari.  Durante l’anno, a maggio, il papa beatificherà Charles de Foucauld, fondatore dei piccoli fratelli e delle piccole sorelle diffuse nel mondo, operatori e operatrici di riconciliazione. Dopo l’incontro coi vescovi italiani (che devono nominare il nuovo presidente della CEI) e attivare la partecipazione al Sinodo mondiale dei vescovi (uscirà il primo Instrumentum laboris), Francesco parteciperà all’Incontro mondiale delle famiglie (giugno).

Tra le ipotesi di viaggioSud Sudan e Repubblica democratica del Congo (agosto?); Ungheria (con gli ortodossi); Libano; Indonesia, Papua e Timor est; Malta; Canada (ma tutto è ancora fluido e incerto causa covid). Il papa dovrebbe firmare la costituzione apostolica Praedicate Evangelium con indicazioni sulla riforma della curia e sulla nascita di un nuovo dicastero per l’evangelizzazione e di un altro sul servizio della carità. Riportiamo una sintesi dell’intervento al Corpo diplomatico presso la Santa Sede del 10 gennaio 2022.