Mail

Giocate pure alla guerra virtuale, ma non sparate sulla Croce Rossa!”

Videogiochi di guerra. La Croce Rossa Internazionale ha iniziato a collaborare con gli sviluppatori di videogiochi di guerra, così che i giocatori si trovino ad affrontare gli stessi dilemmi dei veri soldati. Si rafforza in questo modo l’idea che la guerra non è una tragedia, ma… solo un gioco, con regole precise, rispettate ed accettabili. Una partita a Monopoli, solo un po’ più movimentata… Lo scopo? Diffondere la conoscenza delle regole di guerra e del diritto umanitario internazionale.

Una collaborazione definita “inopportuna e controproducente” dall’Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere di Brescia (OPAL) che è intervenuto con un comunicato che riportiamo qui di seguito http://www.opalbrescia.org/

«Ci stupisce – afferma Piergiulio Biatta, Presidente di OPAL Brescia – che per cercare di evitare l’impressione nei giocatori che in guerra tutto è lecito la Croce Rossa Internazionale abbia finito col sottovalutare l’impatto nocivo generale di questi videogiochi soprattutto sui giovani e sulla loro percezione della realtà. Più che cercare di immettere nei videogiochi le regole della guerra ci saremmo aspettati dalla Croce Rossa una campagna internazionale per una rigorosa regolamentazione del loro utilizzo al di fuori degli ambienti militari o per lo meno per controlli molto severi sul loro accesso soprattutto ai minori».

Come Pax Christi non possiamo che ribadire l’importanza di educare alla pace e alla nonviolenza. Con la guerra non si può giocare!

Ricordiamo infine che Pax Christi Italia ha lanciato da qualche mese la campagna “Scuole smilitarizzate”https://www.paxchristi.it  per difendere e diffondere l’educazione alla cittadinanza e alla pace tra i giovani.

 

Firenze, 24 ottobre 2013     (inizio settimana internazionale per il disarmo)                     

                                      d. Renato Sacco, coordinatore nazionale di Pax Christi

 

Segreteria Nazionale di Pax Christi:   055/2020375   info@paxchristi.it

Coordinatore Nazionale di Pax Christi:  d. Renato Sacco 348/3035658   
drenato@tin.itcod-world-at-war