Mail

Vivere alla luce della pace di Cristo: Una conversazione verso il disarmo nucleare

https://archdiosf.org/living-in-the-light-of-christs-peace

Sommario della lettera pastorale dell’Arcivescovo di Santa Fe

“Nel settembre 2017, ho viaggiato in Giappone e ho visitato Hiroshima e Nagasaki. È stata un’esperienza cupa e sobria, perché ho capito che il 6 agosto 1945 l’umanità ha attraversato la linea nell’oscurità dell’era nucleare. Storicamente, l’arcidiocesi di Santa Fe ha fatto parte di un’iniziativa di pace, che avrebbe aiutato a far sì che queste armi non sarebbero mai più state usate. Credo che sia giunto il momento di ringiovanire questo lavoro di pace.

Abbiamo bisogno di sostenere una seria conversazione nel Nuovo Messico e in tutta la nazione sul disarmo nucleare universale e verificabile. Non possiamo più negare o ignorare la pericolosa situazione che abbiamo creato per noi stessi con una nuova corsa agli armamenti nucleari, che è probabilmente più pericolosa della passata guerra fredda. Di fronte alle crescenti minacce da parte di Russia, Cina e altri paesi, faccio notare che una corsa agli armamenti nucleari è intrinsecamente auto-perpetuante, una spirale viziosa che induce azioni e reazioni progressivamente destabilizzanti da tutte le parti, compreso il nostro paese. Abbiamo bisogno di un controllo degli armamenti nucleari, non di una nuova escalation di corsa agli armamenti nucleari.

Inoltre, abbiamo bisogno di capire i passi concreti verso l’abolizione delle armi nucleari e la fine permanente della minaccia nucleare. Se abbiamo a cuore l’umanità, se abbiamo a cuore il nostro pianeta, se abbiamo a cuore il Dio della pace e la coscienza umana, allora dobbiamo iniziare una conversazione pubblica su queste questioni urgenti e trovare un nuovo percorso verso il disarmo nucleare.

L’arcidiocesi di Santa Fe ha un ruolo speciale da svolgere nel sostenere il disarmo nucleare, data la presenza dei laboratori di armi nucleari di Los Alamos e Sandia e il più grande deposito di armi nucleari della nazione nella base aerea di Kirtland ad Albuquerque, New Mexico. Allo stesso tempo, abbiamo bisogno di incoraggiare posti di lavoro vitali per i messicani del Nuovo Messico nella pulizia, nei programmi di non proliferazione e nell’affrontare il cambiamento climatico.

Papa Francesco ha fatto chiare dichiarazioni sull’immoralità del possesso di armi nucleari, spostando la Chiesa dalla passata accettazione condizionata della “deterrenza” all’imperativo morale dell’abolizione. Invece di poche centinaia di armi nucleari per la sola deterrenza, ne abbiamo migliaia per la guerra nucleare che potrebbero distruggere la creazione di Dio sulla terra. Inoltre, stiamo derubando i poveri e i bisognosi con i piani attuali di spendere almeno 1,7 trilioni di dollari per “modernizzare” le nostre armi nucleari e tenerle per sempre.

La Chiesa cattolica ha una lunga storia di discorsi contro le armi nucleari. Il Vaticano è stato il primo stato nazione a firmare e ratificare il trattato sulla proibizione delle armi nucleari. Come ha dichiarato Papa Francesco: “Non dobbiamo mai stancarci di lavorare per sostenere i principali strumenti giuridici internazionali di disarmo e non proliferazione nucleare, compreso il Trattato sulla proibizione delle armi nucleari”. È dovere dell’Arcidiocesi di Santa Fe, il luogo di nascita delle armi nucleari, sostenere quel Trattato mentre lavora per un disarmo nucleare universale e verificabile.

Nelle sue riflessioni sui Vangeli, Papa Francesco sottolinea spesso il Gesù nonviolento e i temi “beati gli operatori di pace” e “amate i vostri nemici”. Ci ha invitato a praticare la nonviolenza evangelica. Pertanto, ci invito a fare un passo nella luce di Cristo e a camminare insieme verso un nuovo futuro di pace, una nuova terra promessa di pace, una nuova cultura della pace e della nonviolenza dove tutti possiamo imparare a vivere in pace come sorelle e fratelli su questo bellissimo pianeta, la nostra casa comune.

Vostro fratello nella Luce della Pace di Cristo.”

Reverendissimo John C. Wester
Arcivescovo di Santa Fe
11 gennaio 2022
4000 St. Joseph’s Pl NW
Albuquerque, NM 87120