Mail

Cappellani militari ‘senza stellette’?

Comunicato stampa di Pax Christi

Pax Christi Italia accoglie positivamente la notizia pubblicata da alcuni giornali  (cfr La Stampa 8 aprile 2014) sulla disponibilità della Santa Sede a trovare un accordo con il ministero della Difesa per la riduzione di stipendi e stellette ai cappellani militari.

Già dal 1997 Pax Christi ha ribadito, in varie circostanze e con diverse modalità, l’opportunità che i cappellani fossero liberi dalla struttura militare, “senza stellette”; e lo scorso mese di novembre la rivista Mosaico di pace ha pubblicato un dossier su questo tema.

Pax Christi auspica che ci si muova speditamente nella direzione di cui si ha notizia. Tuttavia rimarca l’importanza di allargare il dibattito, fuori e dentro la comunità cristiana, per trovare insieme le risposte ad alcuni quesiti imprescindibili:

Come si concilia la retorica delle “missioni di pace” con l’assoluta prevalenza, nel bilancio dello Stato, delle spese militari rispetto alla preparazione dei “corpi di pace”.

Per noi cristiani come si realizza l’obbedienza al Vangelo con la scarsa attenzione a formare coscienze libere, disposte ad amare anche il “nemico”?

Pavia, 8 aprile 2014

Mons. Giovanni Giudici, vescovo di Pavia, Presidente nazionale di Pax Christi
don Renato Sacco, coordinatore nazionale

Contatti: d. Renato Sacco: 348-3035658  drenato@tin.it  – Segreteria nazionale 055-20203752giugno