Mail

Riflessioni per il prossimo Congresso Nazionale di Pax Christi

Carissime e carissimi,
stiamo vivendo le ultime settimane di un anno pieno di sofferenze, di lutti, di privazioni, di nuove povertà e di pandemia sociale che si accompagna a quella sanitaria.
Ammonimenti solenni, annunci profetici, accurati discernimenti dei “segni dei tempi” ci sono giunti da Papa Francesco e da altre guide spirituali di altre fedi e religioni, tutti nel segno di una ritrovata ‘fraternità’ che ci unisce nel comune impegno ad uscire insieme e rinnovati da questo tempo, che ci lascia comunque il segno come un Kairos.
“Pensavamo di rimanere sani in un mondo malato”, ci ha ricordato Francesco.
In questo anno le armi hanno continuato ad essere prodotte, vendute, comprate e usate. Il nostro Movimento, che ha in voi il cuore che lo anima, lo sostiene e promuove, sente quanto sia necessario rinnovare e rafforzare la nostra preghiera, il nostro studio e la nostra azione.
Lavoriamo in tanti modi, in tanti settori, come artigiani di pace in situazioni che non sempre vengono conosciute o riconosciute anche al nostro interno. Ma la ricchezza di lavoro e di testimonianza è davvero grande.
Con il nuovo anno 2021 ci attende anche il nostro Congresso.

Vi chiediamo di contribuire con franchezza, intelligenza, creatività a ridefinire scelte, scopi, prassi e strumenti del Movimento.
Abbiamo preparato a questo scopo una lettera che vuole guidare le vostre riflessioni, da condurre sia singolarmente che all’interno dei gruppi di riferimento, Punti Pace e Coordinamenti Territoriali (chi non l’avesse ricevuta via email, può richiederla alla segreteria).
I vostri suggerimenti, da raccogliere entro il 20 Gennaio 2021, saranno importanti in vista del Congresso Nazionale, che abbiamo previsto per il 16-18 aprile ’21. Un congresso importante per il futuro del nostro Movimento che opera da decenni per la Giustizia e la Pace nel nostro Paese.
Vi ringraziamo ancora di cuore per il lavoro nei Punti Pace e nelle diverse situazioni dove operate.

Pax Christi ha più che mai bisogno di ciascuno di voi e del vostro impegno concreto. Attendiamo dunque i vostri contributi di riflessione e le vostre proposte in spirito di ascolto. Un forte abbraccio a ognuna/o di voi e buon lavoro per la Pace.

Il Presidente,
+ Giovanni Ricchiuti
Il Coordinatore,
Renato Sacco

Tavarnuzze, 7 dicembre 2020,
28° anniversario della marcia per la pace di Sarajevo del 7 dicembre 1992