Mail

Punto Pace Taranto – Lettera aperta al Ministro degli Interni

Al Ministro degli Interni

e p.c.                 A S.E. Mons. F. Santoro Arcivescovo di Taranto

e p.c.                 Alle Comunità Parrocchiali della Diocesi di Taranto

e p.c.                  Ai Mass Media locali

LORO SEDI

 

Il gruppo “Pax Christi” di Taranto, Movimento cattolico internazionale per la pace, ancora una volta è costretto a tornare sulla drammatica vicenda dei migranti che, con l’ultimo decreto sulla sicurezza approvato dal Governo di cui lei è ministro degli interni, vedono naufragare il diritto e la necessità di essere salvati ed accolti secondo quanto la giurisdizione internazionale sancisce.

Come gruppo ci chiediamo se possa un Ministro della Repubblica che per primo dovrebbe dare esempio ai cittadini di rispetto della legalità, rendersi inosservante del diritto internazionale in materia di soccorso in mare, infondatamente accampando ragioni di lotta ai trafficanti di esseri umani?

Inorridiamo agli agghiaccianti dati forniti dall’ Istituto superiore di politica internazionale sui 907 morti nel mare Mediterraneo dal giugno ad oggi, guarda caso nel periodo in cui si è insediato il Governo. Morti causati soprattutto perché le navi delle O.N.G. sono state costrette a limitare i soccorsi con i funerei risultati che i suoi divieti stanno procurando.

Più volte ha dichiarato di ritenersi cristiano e se è tale, come fa a far tacitare la sua coscienza difronte all’evidenza di queste morti?

A noi il Vangelo e i pronunciamenti del Papa sull’argomento insegnano che per amore dei più deboli e dei più poveri, non ci rassegneremo a questa deriva morale e sociale a cui sta trascinando il Paese con questi illeciti provvedimenti e con un moto di sana dignità cristiana diciamo che a questo male che sta procurando, possiamo solo rispondere, in sintonia con il Presidente del nostro Movimento, NOI NON CI STIAMO!

Taranto 23.10.2018                                                        PAX CHRISTI TARANTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.