Pages Navigation Menu
Casa per la Pace Mosaico di Pace

Movimento Cattolico Internazionale per la Pace

Gerusalemme sotto minaccia

6995_jerusalem_veduta_di_gerusalemme_vecchia

Gerusalemme Vecchia, come dico da tempo, è sotto minaccia di invasione o pulizia etnica ‘soft’ se volete. I coloni ebrei si stanno impossessando sempre più di case e girano ostentando sicurezza nei luoghi sacri (Cenacolo e Moschea di Al Aqsa) e nei quartieri arabi.

Come prevedo da tempo, i palestinesi cominciano a reagire in modo violento a queste continue provocazioni. Israele, come ha sempre fatto e si evince dai diari dei grandi politici del passato Ben Gurion – Dayan – Sharett ecc, programma accuratamente queste provocazioni di modo da giustificare al mondo le sue ‘giuste reazioni’ alle violenze palestinesi.

La giustificazione viene coperta dai media e dai politici internazionali che nascondono intenzionalmente o per conformismo le provocazioni israeliane. Sono convinto, ad esempio, che non sappiate pure voi che due settimane fa un colono vicino Nablus abbia travolto ed ucciso una bambina di 5 anni (incidente non intenzionale si suppone). Egli è tuttora libero nella sua colonia situata fra Ramallah e Nablus, mentre i due palestinesi rei di simili incidenti (il secondo si suppone intenzionale) sono stati freddati sul posto .

Per non parlare delle continue incursioni notturne del soldati, dei rastrellamenti, dei continui disagi messi in essere per la raccolta delle olive e delle attività produttive palestinesi.

Sotto riporto un altro caso di gravità inaudita di cui il popolo italiano nella sua maggioranza non verrà a conoscenza come in passato e purtroppo in futuro (vedi Gerusalemme attuale). Questo mentre lady PESC auspica la nascita dello Stato Palestinese durante il suo mandato, cosa in cui oramai non credono neanche i funzionari ONU (venite a Lucca il 29 Novembre per capire).

Dal mio punto di vista tacere equivale ad essere complice. Ed io non ho intenzione di tacere, mai.

Franco


Subject: Demolizione della “Terra dei bambini” a Gaza”

Stimato Fabio Massimo Castaldo,

il Movimento 5 stelle ha presentato alla Camera una interpellanza, quindi una mozione sull’avvenuta distruzione del Centro per l’Infanzia “La terra dei Bambini a Gaza”. La mozione è stata presentata dall’Onorevole Maria Spadoni il 17 settembre ed è stata respinta, in quanto il Partito Democratico ha votato compatto con la destra. La demolizione era avvenuta durante l’occupazione militare israeliana del nord della Striscia il 20 di Agosto, in palese violazione della IV Conferenza di Ginevra. La mozione chiedeva al Governo italiano, che per voce del Ministro Mogherini aveva espresso solidarietà, di chiedere conto della demolizione al Governo israeliano e di richiedere il risarcimento dei danni subiti. La struttura, realizzata in architettura bio climatica, era stata finanziata principalmente dal MAE con i soldi dei contribuenti italiani e veniva considerata un progetto di eccellenza della Cooperazione italiana. La “Terra dei bambini” era stata visitata lo scorso 16 gennaio dalla Presidente Boldrini. La demolizione dunque, oltre costituire un crimine di guerra e sottrarre un prezioso servizio all’infanzia, rappresenta uno schiaffo alla diplomazia italiana e alla politica estera del nostro Paese. Il risultato della votazione ci ha quindi rattristati e sorpresi.

Siamo convinti che la questione non possa essere lasciata cadere, in quanto la demolizione costituisce un pericoloso precedente, tale da mettere a rischio il personale espatriato e il senso stesso dell’attività di cooperazione. I dati sulla violazione della IV convenzione di Ginevra da parte della fanteria israeliana durante l’occupazione dell’area sono schiaccianti e nostra intenzione è perseguire la strada intrapresa a livello nazionale, a livello europeo. Con la presente, Le chiediamo di aiutarci a comprendere modalità e percorsi possibili e se ci siano le premesse per presentare la stessa interpellanza al Parlamento Europeo. Se inoltre una piccola realtà come la nostra sia in condizione di rivolgersi al Tribunale dell’Aja.

RingraziandoVi per l’attenzione che il Movimento ha dedicato alla nostra vicenda,

a nome di nostri piccoli beneficiari, grazie e un caro saluto

In allegato: comunicato sulla votazione e breve storico sulla vicenda

 

 

Massimo Annibale Rossi

cell. +39 3272019944

Presidente di Vento di Terra ONG

vdt firma

Un commento

  1. Caro Franco nel tuo scritto non c’è nessun accenno agli atti violenti efferati di cui gli Ebrei sono vittime e che sembrano l’ attuazione di una pulizia etnica di Gerusalemme vecchia dagli Ebrei . Una propaganda d ‘odio verso gli Ebrei e’ ormai presente in tutto il mondo e sembra vi sia senza più pudore un antisemitismo dichiarato. Luigina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.