51a SESSIONE DI FORMAZIONE ECUMENICA

MiniLogoSessione2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“AMA IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO”
(Levitico 19,18)

La vita in relazione: prospettive etiche

51ª SESSIONE DI FORMAZIONE ECUMENICA

Paderno del Grappa (TV), 27 luglio – 2 agosto 2014
L’indicazione del Signore a Mosè: “Ama il prossimo tuo come te stesso” (Levitico 19,
18), cioè “La vita in relazione: prospettive etiche” è il tema della 51esima Sessione di
formazione ecumenica promossa dal Sae (Segretariato attività ecumeniche) dal 27 luglio
al 2 agosto presso l’Istituto Filippin di Paderno del Grappa (Treviso).
Un appuntamento particolarmente importante perché delicato è l’argomento, l’etica
della vita. Vita che è il nome stesso di Dio, il contenuto della promessa realizzata in
Cristo, il fulcro della fede cristiana. Ma vita da intendersi anche come cura dell’altro,
come responsabilità reciproca, come sfida e risposta alle domande che emergono dalla
nuove frontiere delle neuroscienze piuttosto che dalla ricerca bioetica.
Temi, problemi, prospettive sui quali dialogheranno esponenti delle diverse
confessioni cristiane ma anche della comunità ebraica e islamica, teologi e biblisti,
scienziati e letterati. Ricco e articolato il programma che prevede tavole rotonde e gruppi
di studio, serate a tema e momenti di condivisione, a partire però sempre dalla preghiera.
Le giornate infatti si apriranno con la meditazione biblica mentre centrale sarà
l’attenzione alla preghiera comunitaria. In particolare insieme alle celebrazioni
ecumeniche si terranno liturgie nello stile delle rispettive comunità. Martedì 29 luglio è
prevista la Messa presieduta dall’arcivescovo di Gorizia Carlo Roberto Maria Redaelli,
mercoledì 30 il Culto di Santa Cena guidato dal pastore valdese Massimo Marottoli,
giovedì 31 i Vespri ortodossi celebrati dal sacerdote ortodosso romeno Cristian
Vasilescu. Le liturgie saranno curate da un gruppo composto dal valdese Nicola Sfredda
(direttore del Coro ecumenico di Verona), dal pastore battista Luca Maria Negro, dal
sacerdote cattolico Marco Campedelli.
La sessione si aprirà lunedì 28 luglio con la riflessione biblica di Mino Chamla della
scuola ebraica di Milano e la presentazione della Sessione affidata alla presidente del Sae
Marianita Montresor. Seguiranno gli interventi della scrittrice Maria Pia Veladiano (sul
tema “Accanto alla vita”) dei teologi morali Giannino Piana (“La domanda morale oggi e
il modello di un’etica della responsabilità”) e Paolo Benanti (“Come le neuroscienze
sfidano l’etica”). Martedì 29 luglio il filosofo Massimo Donà e il teologo valdese Fulvio
Ferrario dialogheranno su “Dov’è tuo fratello? L’altro come contenuto della libertà”,
mentre mercoledì mattina la meditazione biblica sul tema della sessione sarà affidata a
Piero Stefani docente alla Facoltà teologica dell’Italia settentrionale di Milano. Giovedì
31 luglio dopo la preghiera e la meditazione biblica del pastore avventista Nino Plano, il
programma prevede, nel pomeriggio, il dibattito su “Prendersi cura delle fragilità” tra la
pedagogista Rosanna Cima e lo psicoterapeuta e scrittore Paolo Miorandi. Venerdì 1
agosto il teologo e prete ortodosso Sorin Bute si confronterà sul tema “Vita in relazione:
la bioetica si interroga” con il medico e membro della Commissione di bioetica della
Chiesa valdese, Ylenia Goss mentre la giornata conclusiva, sabato 2 agosto sarà aperta
dalla preghiera e la meditazione biblica guidate dal prete ortodosso Gabriel Codrea, cui
seguiranno la relazione del teologo valdese Paolo Ricca (“La misericordia tra Dio e
l’uomo”) e le conclusioni della sessione affidate a Piero Stefani.
Molto importante, durante la sessione, il lavoro svolto dai gruppi di studio, organizzati
secondo criteri ecumenici e interreligiosi, con il coordinamento e la consulenza affidati a
esperti delle diverse confessioni cristiane nonché della comunità ebraica e islamica.
Quest’anno ne sono previsti nove, ciascuno dei quali affronterà il tema della settimana
secondo prospettive differenti e originali. Gli argomenti su cui lavoreranno i gruppi di
studi sono: “Il prossimo nella Bibbia”; “Custodire i legami: un’etica delle relazioni”;
“Famiglia, nuove famiglie, relazioni di coppia”; “Proporre nell’incertezza. I comitati di
bioetica”; “Lavoro: superare i limiti, mortificare la libertà”; “Vite in relazione in una
società plurale”; “Identità e genere”; “Accompagnamento pastorale dei malati”; “Teatro
biblico: uno spazio di esplorazione delle relazioni tra Parola e azione”.
Nel corso della sessione sono previsti inoltre due significativi appuntamenti post cena:
martedì 29 luglio una “Serata a teatro”, giovedì 31 luglio un incontro con Ennio Dal
Farra e Livia Gavarini su: “La catechesi ecumenica: una dimensione dimenticata?”. Nel
corso della Sessione il Sae assicura poi attività specifiche quotidiane per i bambini e i
ragazzi con la partecipazione di Andrea Cesarini, insegnanti di yoga.

Il SAE è un’associazione interconfessionale di laici impegnati per l’ecumenismo e il
dialogo a partire dal dialogo ebraico-cristiano. Fondato da Maria Vingiani, attualmente è
presieduto da Marianita Montresor.

Per informazioni e prenotazioni: www.saenotizie.it;
e-mail: sessione.estiva@saenotizie.it; tel. 373.5100524 (ore 12-14, 16-17 e 19-21)
Il SAE è accreditato dal Ministero della Pubblica Istruzione per la formazione del personale
della scuola (D.M. 177/2000 e D.M.26/07/2007 Prot. n. 15325)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.