Pages Navigation Menu
Casa per la Pace Mosaico di Pace

Movimento Cattolico Internazionale per la Pace

F35 e spese militari – Comunicato di Pax Christi

Si torna a parlare di F35, di spesa militare e, finalmente, di tagli e riduzione.

Pax Christi, impegnata per il disarmo contro le spese militari, ha sempre avversato la scelta di investire enormi risorse nel progetto F35.

Le dichiarazioni di questi giorni del Ministro della Difesa Roberta Pinotti a proposito dei nuovi caccia F35: “è lecito immaginare che si può ripensare, si può ridurre, si può rivedere”, sono sicuramente una buona notizia.

Ci auguriamo che si imbocchi davvero la strada che porti a scelta concrete, e non solo a dichiarazioni teoriche.

Altri Stati, compresi gli Stati Uniti, stanno operando tagli su questo progetto. “Gli armamenti, anche se non messi in opera, con il loro alto costo uccidono i poveri, facendoli morire di fame”. (‘La Santa Sede e il disarmo generale’, 3 giugno 1976). Pace e giustizia camminano sempre assieme.

Non vogliamo lasciare solo Papa Francesco nella sua denuncia contro la guerra, il commercio e la proliferazione delle armi.

Ci auguriamo anche che la riunione del Consiglio supremo di difesa convocato dal Presidente Napolitano per il 19 marzo p.v., in cui si discuterà delle “criticità relative all’attuazione della legge 244 di riforma ed impatto sulla Difesa del processo di revisione della spesa pubblica in corso” non scavalchi il Parlamento “luogo deputato e naturale a definire qualità ed entità della spesa per armamenti italiana”. (www.disarmo.org/rete/a/39895.html).

E proprio sul tema degli armamenti invitiamo a partecipare al Convegno promosso dal Centro Studi di Pax Christi, il 28-29 marzo p.v. alla Casa per la Pace, a Firenze, (www.paxchristi.it) che vedrà tra i relatori anche Francesco Vignarca, coordinatore della Rete Italiana per il Disarmo.

Così come  diventa sempre più significativo anche il grande appuntamento a Verona: Arena di pace e disarmo, il prossimo 25 aprile.

Ci accompagnano in questo cammino, due grandi testimoni:

Don Tonino Bello (oggi è l’anniversario della sua nascita), già Presidente di Pax Christi E’ anche grazie a lui che il disarmo ha fatto passi in avanti e in Italia abbiamo la legge 185/90 sul commercio delle armi.

Don Peppe Diana, ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994 a Casal di Principe. Le sue parole ‘per amore del mio popolo non tacerò’ sono uno stimolo in più all’impegno. Di oggi. Di tutti.

Firenze, 18 marzo 2014       Pax Christi Italiapetizione

Un commento

  1. Carissimo don Renato e amici tutti,

    daccordo sul segnale positivo;ma Pax Christi “deve” per Sua impronta genetica chiedere profeticamente di più!

    No a tutti gli INUTILI F 35!

    Si ad una progressiva eliminazione del bilancio della difesa!

    Non sarei così ottimista sui tagli agli “amici” militari!

    Da sempre si parla di una riduzione;ma l’unico ministero ad avere sempre di più è stato proprio e sempre quello della Difesa!

    Contestualmente finalmente chiedere la creazione di forze di difesa nonviolenta,cosa per cui da sempre Ci battiamo!

    Ancora l’appello del 3 marzo per la pace in Ucraina sta lì!

    E’ stupendo e fatto benissimo!

    Ma sta lì solo,soletto!

    Chiediamo l’adesione ad un mondo vicino a noi,LIBERA,CARITAS,TAVOLA PER LA PACE,ecc.

    Ma anche di chiunque e sono in tantissimi vogliono davvero la PACE!

    Il tutto ,nb, è proposta ufficiale che Vi faccio potrebbe essere contenuto in un appello davvero universale alla fine dei lavori del Convegno promosso dal Centro Studi di Pax Christi, il 28-29 marzo p.v. alla Casa per la Pace, a Firenze, a cui don Renato fa cenno nel Suo scritto!

    Nel giorno della nascita di Don Tonino Vi saluto fraternamente in Cristo con il Suo invito più pressante e oggi davvero tutto da costruire:

    “IN PIEDI COSTRUTTORI DI PACE!”.

    Io servo inutile,Giuseppe Rubino-Punto Pace Potenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.