Mail

Punto Pace Cava de’ Tirreni – attività 2010/2011

Cava de' Tirreni (fonte Wikipedia)

Settembre -Ottobre- Novembre2010:
– incontri di formazione sulle “Beatitudini” e su: “Dissipare l’ombra di Caino. Non violenza in azione”

-incontri in varie Parrocchie di Cava per la presentazione del punto pace e delle sue attività nazionali e locali

-adesione al costituente comitato per l’acqua pubblica ,bene non mercificabile. Partecipazione a incontri ed iniziative pubbliche, tra cui un incontro con Isitituti superiori di Amalfi e altre delegazione di studenti, con relazioni tenute anche dal nostro punto pace.

– incontro con il punto pace di Napoli e Giovanni Balacco

Dicembre 2010 -Gennaio2011 :
-Incontro pubblico “Vangelo e non violenza. Il disarmo integrale secondo la fede cristiana” con la partecipazione di don Nandino Capovilla e S.E. Mons. Orazio Soricelli-Vescovo Diocesi Cava Amalfi-

– Sostegno a progetti dei Padri Cappuccini in Congo.Il punto pace con altre associazioni è stata tra i promotori questa iniziativa ,già in itinere,grazie al gruppo di perfetta letizia, che ha visto momenti pubblici di sensibilizzazione. Il nostro punto pace sarà anche in futuro impegnato in questa attività sviluppando ,nel contempo, anche controinformazione per evidenziare le cause vere che attanagliano tanti popoli dell’Africa.

– Libertà religiosa via della pace. Il punto pace ,su invito dello stesso Arcivescovo,è stato tra gli organizzatori di questa iniziativa che si è articolata in vari momenti tra cui: incontri di preparazione;veglia di preghiera, incontro pubblico a cui ha partecipato Giuliana Martirani(8 Gennaio), iniziativa :Drappi bianchi ai balconi con la scritta”no,alla discriminazione religiosa “proposta dal nostro punto pace

-Volantinaggio davanti alle Chiese e in città della lettera “Auguri scomodi di don Tonino Bello”

Febbraio- Marzo -Aprile2011 :
-Partecipazione ad incontri della Consulta diocesana dei laici;

-Campagna No F35:divulgazione attraverso e-mail, volantinaggi; invio lettera ai Deputati e Senatori della Campania(all’iniziativa hanno aderito la Caritas diocesana e l’Ass.ONULUS di solidarietà internazionale “E. Rossetti”)

-“Ponti e non muri.Un ponte per Betlemme”(ha toccato anche i temi inerenti la guerra in Libia).L’iniziativa pubblica si è articolata nei seguenti vari momenti:
a) Sensibilizzazione della campagna e delle iniziative collegate in incontri con Sacerdoti e il nostro Vecovo e ,in seguito, con alcune associazioni e parrocchie

b)Veglia di preghiera,(ha preceduto il giorno prima l’iniziativa “un ponte per Betlemme”). Il filo conduttore è stato la via Crucis tratta dal libro di Don Nandino .

c)Iniziativa pubblica”Un ponte per Betlemme” nella piazza principale di Cava. E” stato allestito un muretto di pietre di tufo da cui partiva un ponte fatto di 7 bandiere della pace e una bandiera israeliana e palestinese a significare l’auspicio di due popoli e due stati che convivano insieme pacificamente . Durante la iniziativa è stato proiettato un filmato sulla situazione della Palestina e del muro ;allestita una mostra con foto sullo”aparthaied” in cui vivono i palestinesi; pubblicizzata la campagna ponti e non muri ; proiettato una intervista a Gino Strada sulla Guerra in Libia; volantinato l’intervento di Mons. Giudici; prodotti tabelloni sullespese militari;diffusa la campagna contro gli F35 .E’stata anche lanciata una iniziativa contro le armi giocattolo

-Finestra della Speranza : si è iniziato come punto pace,unaraccolta di firme per chiedere ai quotidiani e alle TV. locali e provinciali, di “aprire” una “finestra della speranza” nei loro telegiornali e nell’informazione cartacea. essa deve caratterizzarsi come contenitore teso a far conoscere e a dare cittadinanza attiva alle esperienze che avvengono nel territorio inerenti la solidarietà, la cooperazione ,la pace, l’antirazzismo ,la legalità , alle varie campagne inerenti tale tematiche ecc.La raccolta di firme continuerà dopo Pasqua.Presenteremo poi la petizione che si racchiude nella frase “perchè il male fa notizia ed il bene no?” ai Direttori dei quotidiani e T.V. Vi faremo poi sapere in futuro gli sviluppi.

-Partecipazione alla manifestazione Nazionale di “Libera” a Potenza

-Appello al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale agli Assessori e ai Consiglieri Comunali del Comune di Cava de’ Tirreni in merito alla tragedia del barcone affondato nel Mediterraneo.Vi allego l’appello,rispetto al quale il punto pace cercherà di investire altre realtà associative , la società civile edi estenderlo agli altri Comuni della Diocesi.

-Affido .Il punto pace sta valutando di cominciare un percorso di bilancio familiare di giustizia legato poi alla possibilità di praticare l’affido a distanza di una persona fuggita dalle realtà di guerra . Ciò s’intende farlo legandosi in rete con qualche centro di accoglienza campano che ha accolto tale persona ,in modo da poterne seguire il cammino anche da vicino,aprirsi all’esperienza della comunità di accoglienza e cercare di essere anche ponte con la realtà da cui proviene. Questa è una ipotesi di lavoro da concretizzare ,ma che è ancora in embrione e ancora non decisa definitivamente .

-Abbiamo svolto il 10 Aprile una giornata di formazione con padre Celli,nostro padre spirituale ,sulla Passione di Cristo nel Vangelo di Giovanni,condividendo una intera giornata anche con non aderenti al nostro punto pace.

-Il 18 Aprile sarà presentato il libro del nostro Padre spirituale”Preziosa Eredità-Gv19,25-27;Gv15,9-17. Proposte di lectio divina .Gribaudi editore .Ii proventi andranno a favore di progetti dei padri Cappucini in Congo.Siamo mobilitati in merito

-Giornalino del punto pace
Abbiamo realizzato,autotassandoci, come inserto a un giornale mensile locale, un primo foglio del punto pace che vi mando in allegato e che abbiamo diffuso (500 Copie).In esso,tra l’altro ,abbiamo aperto anche uno spazio con tutti i “link”del variegato universo del mondo della pace, dell’economia alternativa ecc. In modo da dare informazione e farli conoscere.”