Mail

PER UNA CIVILTA’ DEL DIRITTO. Comunicato di Pax Christi per una nuova cittadinanza umana

Cecile-KyengePax Christi Italia esprime “la sua affettuosa e convinta solidarietà a Cécile Kyenge, ministra all’Integrazione, insultata e derisa in modo volgare e razzista sia al momento della nomina sia in occasione delle sue dichiarazioni a favore di una legge sul diritto di cittadinanza per i figli di “stranieri” nati in Italia”. 

COMUNICATO STAMPA

Per una civiltà del diritto

 Pax Christi Italia esprime la sua affettuosa e convinta solidarietà a Cécile Kyenge, ministra all’Integrazione, insultata e derisa in modo volgare e razzista sia al momento della nomina sia in occasione delle sue dichiarazioni a favore di una legge sul diritto di cittadinanza per i figli di “stranieri” nati in Italia.

Pax Christi Italia condivide e rilancia la proposta, già sostenuta dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e dalla campagna “L’Italia sono anch’io”, coerente con la Costituzione italiana e la Dichiarazione universale dei diritti umani.

Attenta alla sostanza della sapienza biblica, alla novità dell’annuncio cristiano e all’alto insegnamento della “Pacem in terris”, enciclica della dignità umana di cui ricordiamo il 50° anniversario della pubblicazione, Pax Christi intende sostenere le buone e giuste iniziative per una nuova “cittadinanza umana”, per una seria politica dell’accoglienza, per la “sicurezza comune”, per una rinnovata cultura del diritto e della giustizia.

Pax Christi Italia

7 maggio 2013

per contatti: antonello.sacchi@gmail.com   348 8999 678