Ship to Gaza

Ship to Gaza

 

Ieri, 4 ottobre, nel nome di San Francesco di Assisi, uomo di pace, nella sosta napoletana della coraggiosa flotta di pace che fra pochi giorni romperà l’assedio della Striscia, il Punto pace di Napoli ha celebrato una eucarestia per la giustizia.

Pax Christi da anni getta un ponte con il popolo Palestinese  e anche dalla Freedom Flotilla scuote l’indifferenza della chiesa che tace sui crimini quotidiani in Palestina.

Estelle, il veliero della solidarietà, salpa verso Gaza :

  • Per rompere il muro dell’indifferenza: è iniziato il sesto anno di assedio della Striscia di Gaza, ma sembra non interessare a nessuno
  • Per chiedere la fine del blocco che viola il diritto internazionale e danneggia indiscriminatamente 1.6 milioni di persone
  • Per rompere il blocco disumano della striscia di Gaza, che impedisce a persone e merci di circolare liberamente, rendendo così la striscia, di fatto, una grande prigione a cielo aperto
  • Per suscitare l’impegno dei credenti e per affidare al Dio liberatore di tutti gli oppressi una corale invocazione di giustizia per la gente di Gaza e di tutti i territori palestinesi occupati
  • Per alzare le vele di un impegno che  accomuna  uomini di popoli, culture e tradizioni diverse che hanno scelto la nonviolenza come unica via per ristabilire il diritto e la giustizia laddove essi sono negati
  • Per ricordare Vittorio Arrigoni, amico e fratello della gente di Gaza, che ha dato la sua vita perché a questo popolo venissero riconosciuti i più elementari diritti umani.

 

Per Gaza e perché l’occupazione militare di Israele in Palestina cessi e si percorrano finalmente strade di pacifica e paritaria convivenza nel rispetto dei diritti di tutti.

In nave, costruttori di pace!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.