Mail

In Marcia per la Sovranità Alimentare – Campo di Conoscenza in Kenya

cartina del Kenya


Approfondire i temi legati alla sovranità alimentare e alla giustizia ambientale, la questione dei diritti di accesso alle risorse da parte delle comunità locali e le dinamiche locali, regionali ed internazionali che interferiscono sui diritti alla terra, all’acqua e al cibo dei locali, comprendere i conflitti sociali che ne derivano e conoscere il ruolo che può avere la cooperazione internazionale nella costruzione di nuove forme di sovranità sulle risorse naturali e delle relative modalità di accesso, gestione e controllo, in un’ottica di maggiore giustizia ambientale e sociale…sono questi gli obiettivi del campo di conoscenza che Campagna Italiana per il Sudan e Mani Tese propongono in Kenya.
L’iniziativa prevede attività seminariali e workshop di approfondimento sul contesto locale e regionale, la presentazione di casi studio e visite sul campo, per vedere da vicino e comprendere le conseguenze dirette che l’uso iniquo delle risorse naturali ha sulla popolazione locale e sull’ambiente, incontri con le comunità locali e visite ai progetti che daranno la possibilità di conoscere alcune proposte concrete per la promozione della sovranità alimentare e la realizzazione della giustizia ambientale.
Come particolare occasione di approfondimento e formazione stiamo prevedendo la partecipazione al campo di alcuni sud-sudanesi, partner dei progetti che Mani Tese, Campagna Sudan e i suoi membri sostengono in Sud Sudan. La loro presenza permetterà di valorizzare la lettura in ottica regionale delle tematiche della sovranità alimentare e avere una testimonianza diretta sulla realtà di un paese in cui da tempo lavoriamo.
Programma di massima: il campo durerà una quindicina di giorni di cui quattro-cinque giorni a Nairobi e il resto del tempo sarà dedicato alla visita ai progetti che Mani Tese sta realizzando in partnership con NECOFA (Networking for ecofarming in Africa) nella zona di Molo, a nord di Nairobi (Rift Valley, foresta di Mau, incontro con le comunità locali gli Ogiek, gli Illchamus nell’isola Baringo…).
Periodo: indicativamente dal 25/08 al 8/09 a seconda della disponibilità dei voli aerei.
Quota: 1300 euro (quota comprensiva di volo aereo A/R, visti, vitto, alloggio, trasporti, materiali per la formazione). E’ previsto il pagamento della quota in due rate, una al momento dell’iscrizione, l’altra un mese prima della partenza.
Partecipanti: il campo è rivolto a volontari, attivisti, operatori della rete di Campagna Italiana per il Sudan, dei suoi membri e di Mani Tese, studenti universitari e persone interessate alle tematiche proposte, senza limiti di età, minimo 10 massimo 15 iscritti. E’ preferibile la conoscenza di base della lingua inglese.
Formazione: Sono previsti 1-2 incontri di formazione prima della partenza.
Informazioni e adesioni: Caterina Santinon- Campagna Italiana per il Sudan info@campagnasudan.it 02-4075165. ENTRO IL 10 APRILE

Campagna Sudan – Una Pace da costruire
MANI TESE

27/03/2012