Mail

LA LEGALITA’ E’ LA CARITA’ LAICA. il forte messaggio dei giovani del Collettivo

“Dobbiamo continuamente affermare che la Chiesa non ha l’esclusiva della salvezza, ma Dio offre la salvezza a tutte le genti. Per questo essere cristiani non è un privilegio ma una responsabilità. Il mio compito di cristiano non è di comandare sugli altri, ma di aiutarli nella piena realizzazione di sé. A voi giovani è affidata l’eredità del Concilio!” Vivere per un weekend nella casa del Vescovo Bettazzi è staa un’occasione straordinaria per il COLLETTIVO GIOVANI. E’ stato ancora un intenso lavoro di politica dal basso, anzi dala collina del castello di Albiano. Il Collettivo ha studiato in particolare la MAFIA/’NDRANGHETA AL NORD.

ECCO IL MESSAGGIO FINALE:

WEEK-END del COLLETTIVO GIOVANI di Pax Christi
6 – 8 gennaio 2012
indignati BE PART OF THE SOLUTION

Il nostro racconto/testimonianza del Week-end al castello di Albiano, 6-8 gennaio 2012

Il Collettivo giovani di Pax Christi

LA LEGALITA’ E’ LA CARITA’ LAICA” (Luigi Bettazzi)

La mafia non ha confini

Ieri, sabato 5 gennaio, è venuto ad Albiano a parlarci Giuseppe Legato, giornalista de  “La Stampa” e di Narcomafie. Fulcro della conversazione è stato la mafia al nord. Legato ha illustrato la storia della ‘ndrangheta, che non è solo un problema del sud, ma,
già a partire dagli anni ’80, è diventata realtà del settentrione.

1983: questa data è tristemente ricordata per l’uccisione del magistrato Bruno Caccia. Questa morte così violenta e clamorosa fa scoprire l’
‘ndrangheta a Torino e fa partire l’operazione Cartagine, un intervento grande ma che arriva con 10 anni di ritardo.  Altro errore è stato pensare che con questa operazione, l’ ‘ndrangheta fosse stata sconfitta. Ma le reti familiari su cui si basa, erano talmente ramificate e ben inserite nella società torinese, che gli affiliati hanno raggiunto vertici sempre più alti e importanti.
Questa realtà è stata smascherata dall’ attuale operazione Minotauro, che ha portato all’arresto per concorso esterno in associazione mafiosa dell’ex sindaco di Leinì (paese dell’hinterland torinese), Nevio Coral e al commissariamento del comune.

Da cristiani, non per privilegio ma per responsabilità

Alcuni passaggi degli interventi di Mons. Luigi Bettazzi ai giovani del Collettivo.

“Dobbiamo continuamente affermare che la Chiesa non ha l’esclusiva della salvezza, ma Dio offre la salvezza a tutte le genti. Per questo essere cristiani non è un privilegio ma una responsabilità. Il mio compito di cristiano non è di comandare sugli altri, ma di aiutarli nella piena realizzazione di sé. (…)

Ogni scelta della Chiesa deve essere guidata dal principio dell’attenzione verso i più piccoli e più deboli. (…)

Il grande principio non negoziabile della Chiesa è la SOLIDARIETA’, altrimenti non si può dirsi cristiani. Anche il principio di opporsi all’aborto e
all’eutanasia si basa proprio sulla solidarietà verso i più piccoli e i più deboli.

La scelta preferenziale dei poveri non vuol dire scegliere i poveri contro i ricchi, ma vedere le cose sempre con gli occhi dei poveri. (…)

Questo dovrebbe essere il significato della nuova evangelizzazione che oggi la Chiesa vuole intraprendere. Il vaticano studierà tanti nuovi modi, tecniche e strade per evangelizzare, ma secondo me, si dovrebbe intraprendere la strada semplice del Vangelo nella scelta dei poveri e nel servizio
agli uomini. (…)

A voi giovani è consegnata l’eredità del Concilio. Se il compito della gerarchia è  dare l’ultima parola, secondo me, lo deve fare solo dopo aver
ascoltato tutte le altre voci, altrimenti risulterebbe essere l’unica”.

Vi raccontiamo il nostro week-end al castello…

Venerdì 6 gennaio:

  • pochi ma buoni! Con
    tempistiche estremamente diverse, siamo arrivati al magnifico
    castello di Albiano,

  • colazioni, pranzi e
    cene degne del nostro collettivo,

  • passeggiata ad Ivrea
    per vedere l’inizio del carnevale e fare così, un salto nel
    passato,

  • ritorno ad Albiano
    per il breve incontro con Maddalena del centro Migranti per
    parlare del problema dell’immigrazione ad Ivrea e nel suo immediato
    circondario,

  • Santa messa
    dell’Epifania, celebrata con sapiente coinvolgimento da don
    Nandino,

  • serata ludica:
    abbiamo insegnato alla Francy a giocare a briscola e con lei
    Lorenzo ha vinto contro Elena e Laura… la fortuna dei
    principianti!!!

Sabato
7 gennaio:

  • incontro
    estremamente fruttuoso con il giornalista de “La Stampa” e di
    Narcomafie, Giuseppe Legato e con due ex assessori del comune di
    Leinì (uno dei primi comuni del nord commissariati per
    ‘ndrangheta),

  • passeggiata per
    dialogare e confrontarci sulla tematica NO TAV e per presentare il
    NOSTRO CAMPO ESTIVO IN VAL DI SUSA > 11-16 AGOSTO

  • visita alla casa di
    Abramo nel centro di Ivrea, centro di accoglienza per immigrati che
    necessitano di un alloggio provvisorio,

  • ritorno al castello
    di Albiano per un momento di condivisione e dialogo con Mons. Luigi
    Bettazzi. Incontro condiviso da tutti noi giovani del collettivo
    tramite Skype,

  • serata ludica:
    regressione all’età adolescenziale per imparare l’utilizzo della
    nuova tecnologia e androidi vari.

Domenica 8 gennaio:

  • Santa messa con
    Mons. Luigi Bettazzi e conclusione del week end con saluti e
    promesse di rivedersi presto al

prossimo WEEK-END DEL
COLLETTIVO: A FIRENZE il 9-11 marzo 2012, presso la nostra Casa per
la Pace:

STOP THE WAR, tra
cultura di guerra e alternativa nonviolenta
: con questo
programma non mancheremo certo all’appuntamento!