Pages Navigation Menu
Casa per la Pace Mosaico di Pace

Movimento Cattolico Internazionale per la Pace

Siria, al Quds: “Assad ha dichiarato lo stato di guerra nel Paese”

Cartina della Siria


Per il quotidiano arabo, il presidente siriano avrebbe ordinato l’operazione “Baryak al Assad”. L’opposizione a Mosca: “Siamo in vicolo cieco, il regime va rovesciato”

In Siria, il presidente Bashar al Assad ha proclamato lo stato di guerra nel Paese. Lo scrive oggi il quotidiano arabo al Quds. Secondo il giornale, tutte le truppe sono state mobiltate per un’offensiva che colpirà simultaneamente tutte le città. Si tratta, rivela al Quds, dell’operazione denominata “Bayrak al-Assad”. Non la solita repressione che da mesi cerca di soffocare le proteste contro il regime, non una caccia “ai terroristi”, ma una vera e propria guerra.
La situazione, insomma, sta precipitando, tanto che ieri l’opposizione ha fatto pervenire alla Russia una richiesta di neutralizzazione definitiva di Assad. È questo il messaggio recapitato dal rappresentante dell’opposizione siriana, Ammar Kurabi, all’inviato presidenziale russo per l’Africa, Mikhail Margelov. “La situazione è in un vicolo cieco, Assad va rovesciato”.
E intanto arrivano nuove rivelazioni sulle responsabilità di governo e apparati di sicurezza siriani nella feroce repressione delle proteste. Un disertore, riferisce la tv al Arabiya, ha raccontato di aver ricevuto l’ordine, insieme ad altri 70 soldati, di sparare ad altezza d’uomo e uccidere i manifestanti che, lo scorso 28 aprile, si andavano radunando nella cittadina di al-Tan, a una ventina di chilometri dalla capitale Damasco.

09/09/2011 Peace Reporter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.