Mail

Campagna di pressione alle BANCHE ARMATE

Come sapete, lo scorso 9 luglio era il trentesimo anniversario della legge 185/90 sull’esportazione di armi. Esso rappresenta per noi un traguardo importante e un nuovo nastro di partenza per un’Italia più disarmata e coerente con il suo sacrosanto ripudio della guerra costituzionalmente tutelato.

La stessa circostanza è stata occasione di rilancio della Campagna di pressione sulle banche armate, promossa venti anni fa da Mosaico di pace, Nigrizia e Missione oggi e oggi più che mai sostenuta da Pax Christi e dal nostro presidente, mons. Giovanni Ricchiuti, che ha rilasciato coraggiose interviste su periodici nazionali (vedi Famiglia Cristiana).

Nella conferenza stampa dello stesso 9 luglio, Alex Zanotelli, direttore responsabile di Mosaico di pace, e don Giovanni Ricchiuti hanno con forza illustrato le ragioni di un impegno individuale e comunitario perché, a partire dal controllo delle policy degli istituti di credito, si possano disincentivare le esportazioni di sistemi militari in particolar modo a paesi verso cui sarebbero vietate.

Nel sito www.banchearmate.org potete trovare tutto il materiale: video, resoconti, tabelle, informazioni e dati necessari, per approfondire il tema e per capire quali banche sono coinvolte (e quindi armate) e cosa fare.

Sono pubblicati anche i fac-simile delle lettere che ciascuno, persona o parrocchia/associazione, può inviare alla propria banca facendo così pressione dal basso per un controllo maggiore e per una necessaria trasparenza di dati. Vi chiediamo una particolare attenzione a questa importante campagna e un coinvolgimento nell’invio di lettere ai direttori banca, nella pubblicazione di articoli a vostra cura nei media locali e social…, nell’invito ad aderire alla Campagna a parroci, responsabili di associazione e sindaci…

Vi invitiamo a tenerci informati delle vostre azioni/iniziative e di mandare anche a noi per conoscenza l’eventuale lettera inviata al direttore della banca (utilizzate per favore: info@mosaicodipace.it). 

Vi ricordiamo anche che l’editoriale del numero di luglio di Mosaico di pace era comune a tutti i promotori della campagna e merita di essere diffuso perché un vero e proprio programma politico e invito a “cambiare mira”.
Nei siti delle tre riviste promotrici potete trovare ulteriori articoli di approfondimento e informazioni.

don Renato Sacco, coordinatore nazionale Pax Christi 

Rosa Siciliano, direttore editoriale Mdp