Mail

News dal Consiglio Nazionale del 16/17 novembre 2019

News dal Consiglio Nazionale del 16/17 novembre 2019 Il Presidente, Mons.Giovanni Ricchiuti, nell’introdurre i lavori del consiglio, sottolinea la fatica di dare voce alla pace: ancora oggi, da più parti, si celebrano la guerra e le armi, cosi come accaduto in occasione del 4 novembre; per questo è urgente e necessario prendere posizione, così come hanno fatto i docenti e gli studenti del Liceo Scientifico Marco Polo di Venezia, che si sono opposti alla celebrazione della festa delle forze armate all’interno della scuola. Inoltre il ricordo della caduta del muro di Berlino non può oggi lasciarci in silenzio o indifferenti dinanzi alla costruzione di nuovi muri che creano sofferenze e separazioni. Tutto ciò ci deve spingere a vivere una fede concreta, legata alla vita ed alla prassi, come testimoniato dagli apostoli. Preghiera iniziale con una invocazione allo Spirito Santo. Ricordo caro e commosso di Eugenio Melandri Confronto e verifica attività consiglio nazionale Don Renato Sacco rappresenta la vivacità del Movimento con le diverse iniziative realizzate nel territorio nazionale: l’incontro del 28 settembre a Tradate per la Campagna Sulle soglie senza frontiere, la giornata internazionale della nonviolenza, i segnali di nascita di nuovi punti pace, la crescente partecipazione a Pax Christi International, in particolar modo alla commissione sulla nonviolenza, il calendario di Pax Christi 2020 dedicato alla Laudato sì, la giornata ONU per la Palestina del 1 dicembre a Milano, la marcia per la pace di Cagliari, e i diversi interventi del Presidente Mons. Giovanni Ricchiuti nella stampa nazionale. Diverse le attività realizzate in sinergia con altre realtà: La giornata del 28 ottobre per la Campagna Sulle Soglie senza Frontiere organizzata a Tradate in collaborazione con i Valdesi, con la realizzazione di due incontri: uno al mattino con il coinvolgimento di 160 studenti delle scuole ed uno al pomeriggio rivolto alla città. Importante proseguire questo lavoro di sensibilizzazione sul tema dell’accoglienza, pertanto è già stata designata Bari per la prossima giornata della campagna del 3 ottobre 2020 La giornata internazionale della nonviolenza del 2 ottobre, realizzata quest’anno in collaborazione con l’Associazione Rondine, ha coinvolto ancora una volta gli studenti di alcune scuole dei punti pace di Corato, Bisceglie, Lamezia Terme e Catania, con la testimonianza di giovani provenienti da luoghi di conflitto : Bosnia ,Mali, Congo, Palestina. Si intende dare continuità a questa giornata per la diffusione della cultura della pace e della nonviolenza nella scuola . Significativa a tal proposito la presentazione annuale del Concorso La Pace si scrive, quale strumento educativo per coinvolgere bambini, ragazzi e giovani nella formazione alla pace ed alla nonviolenza. Nella prospettiva di un più costante e produttivo lavoro con le scuole e nelle scuole si ritiene opportuno intensificare il lavoro di rete con altre associazioni che perseguono gli stessi obiettivi, anche per promuovere incontri formativi presso la Casa per la Pace.

L’attenzione sempre alta e costante alle problematiche ambientali, nella scia della Laudato sì e l’urgenza di diffondere i suoi contenuti, ha orientato la realizzazione del calendario del 2020, e ha sollecitato la partecipazione di Pax Christi al Convegno organizzato dal Gruppo Abele sul tema dell’ambiente il prossimo gennaio 2020. In merito alla prossima giornata ONU per la Palestina, si rappresenta il lavoro realizzato a Milano con la rete nazionale di associazioni “Società civile per la Palestina” con il coinvolgimento della CGIL, di altre associazioni locali e dell’Arci, quest’ultima con la presenza e la partecipazione di tanti giovani. Intensa l’attività dei coordinamenti Nord e Sud con il lavoro di raccordo dei punti pace , si evidenzia inoltre la necessità di migliorare aspetti organizzativi relativi alla gestione dei soci ed alla comunicazione, anche in raccordo con il coordinatore tecnico. Si ricorda che in occasione del prossimo Coordinamento Sud,che avrà luogo a Portici il 15/16 febbraio 2020, si terrà un convegno dedicato al tema della situazione Nord /Sud in Italia. Prosegue il lavoro di Filodemo Ianuzzelli per la catalogazione digitale dei documenti di Pax Christi, iniziato nell’ambito del Progetto Pace mi Piace. Ultimato inoltre il nuovo sito web di Pax Christi. Prosegue la collaborazione con Pax Christi International attraverso il lavoro della commissione sulla nonviolenza. Di rilevo il documento di Pax Christi International per la visita di Papa Francesco in Giappone. Intenso il lavoro organizzativo per la Marcia per la Pace di Cagliari sede, designata dalla CEI per l’anno 2020; il coordinatore nazionale don Renato Sacco si è recato a Cagliari per prendere contatti con le realtà locali e si resta in attesa del messaggio del Papa per il I° gennaio 2020, per definire il tema ed il programma del convegno di fine anno. Relativamente al lavoro di adeguamento dello Statuto di Pax Christi alla nuova normativa sul Terzo Settore, la commissione che sta lavorando alle modifiche dello statuto, invierà prossimamente una lettera ai punti pace ed agli aderenti per le eventuali proposte integrative. Relativamente alla situazione economica, si stanno portando avanti diverse azioni:

● prosegue la Campagna Una Tantum;

● progetto di Mosaico di Pace alla Tavola Valdese che ha stanziato un finanziamento di 10.00 euro

● progetto di Pax Christi Italia in collaborazione con Pax Christi International, si attende l’esito entro il prossimo mese di dicembre

● il Presidente ha inoltrato richiesta di contributo alla CEI

● progetto di Pax Christi presentato alla Cassa di Risparmio di Firenze per lavori di ristrutturazione della Casa per la Pace

● delibera del Consiglio Nazionale per l’acquisito della cantina attigua all’appartamento prof. Alinei senza impegno economico per Pax Christi

● A seguito della dimissioni di Alessandra si stanno valutando diverse ipotesi per la riorganizzazione del lavoro di accoglienza e gestione della Casa per la Pace

Il sabato sera ha avuto luogo la premiazione del Concorso la Pace si scrive anno 2019, presso la sala don Tonino Bello, con la partecipazione delle vincitrici, accompagnate dai genitori e da una docente.