Mail

News dal consiglio

News dal Consiglio Nazionale del 15/16 giugno 2019

  1. Il Presidente, mons. Giovanni Ricchiuti, nel salutare il Consiglio Nazionale, fa presente il grave clima politico e culturale
    che stiamo vivendo, l’importanza e l’urgenza di ribadire ed annunciare con determinazione la teologia dell’accoglienza,
    più volte espressa da papa Francesco.
  2. Ampia e positiva, verifica dell’Assemblea Nazionale, tenutasi a Calambrone lo scorso 27/ 28 Aprile 2019.
    L’assemblea significativo momento di confronto e di studio per la vita del Movimento, quest’anno ha
    dato la possibilità di approfondire il tema della militarizzazione del territorio e le conseguenze che ciò
    comporta sul piano locale, nazionale ed internazionale, con particolare riferimento alla base militare
    americana di Camp Derby e al porto di Livorno, divenuto deposito di armi in partenza per paesi in guerra.
    Pur ribadendo la centralità del momento formativo, al fine di favorire maggiormente il confronto
    tra i partecipanti, si suggerisce, di dedicare, per le prossime assemblee, uno spazio al lavoro di gruppo, per avanzare proposte operative
    e fare anche una verifica dei mandati congressuali.
  3. Dopo una partecipata verifica delle modalità di lavoro del C.N., al fine di migliorare l’organizzazione e la
    comunicazione, sia all’interno che all’esterno del movimento, delle diverse attività ed iniziative promosse
    a livello nazionale e locale, si è ritenuto necessario predisporre nel mese di settembre un calendario,
    per l’anno 2019/2020, in modo da dare visibilità all’operato di Pax Christi e alla sua mission.
  4. Relativamente alle modifiche da apportare allo Statuto, ai fini dell’adeguamento alla normativa sul Terzo Settore,
    don Renato riferisce in merito all’incontro, con l’Ufficio della CEI, cui ha partecipato con la coordinatrice
    tecnica Giuliana La Spada, nel corso del quale è stata comunicata la possibilità di un rinvio al 30 giugno 2020
    dell’approvazione della suddetta normativa, prevista per il 2 agosto 2019. Il rinvio consentirebbe, la possibilità di
    rivedere complessivamente lo statuto e di apportare altre modifiche, oltre quelle necessarie ai fini dell’adeguamento,
    su proposte che i punti pace potranno presentare entro il 10 novembre 2019.
  5. In riferimento al Centro Studi si ritiene opportuno verificare, con ciascuno dei suoi componenti,
    l’organizzazione e la metodologia di lavoro, al fine di valorizzare e armonizzare tale realtà,
    altamente significativa per la vita del movimento e per la diffusione di una cultura di pace.
  6. La Coordinatrice Sud, Liliana Ricchiuti, riferisce del coordinamento Sud svoltosi a Potenza lo scorso 4/5 maggio 2019,
    in cui si è denunciato il grave stato di degrado ambientale del territorio lucano, a motivo delle diffuse trivellazioni,
    e la necessità, di individuare pertanto fonti energetiche alternative. Si conferma la necessità di portare avanti i percorsi legati ai temi ambientali,
    da parte dei punti pace di Andria e Catania e di sostenere una campagna di controinformazione sull’ENI e di promozione di nuove fonti energetiche rinnovabili.
    Nel febbraio 2020 verrà organizzato un convegno sull’attuale divario nord/sud. Seguiranno informazioni più dettagliate.
  7. Confronto tra le varie aree di lavoro in merito alle iniziative che si intendono realizzare per il prossimo anno :
    • incontri sul documento di Papa Francesco “La fratellanza umana”
    • incontri sul tema del Mediterraneo, per riscoprire, attraverso Giorgio La Pira, (Colloqui mediterranei) il suo valore e il suo ruolo geopolitico nella pace mondiale
    ​• riprendere la proposta di legge per la difesa popolare nonviolenta
    • individuazione e coinvolgimento di un giovane economista, disposto a partecipare in nostra rappresentanza, all’incontro promosso da Papa Francesco
    con i giovani ecomomisti ed imprenditori che si terrà ad Assisi nel mese di marzo 2020
    • organizzazione di veglie di preghiere per Papa Francesco
    • organizzazione di un momento formativo e di spiritualità per il mese di giugno 2020
    • organizzazione giornata internazionale della Nonviolenza del 2 ottobre 2019 e 2020
    • diffusione della legge regionale recentemente approvata in Sicilia sulla cultura della Pace, quale modello da proporre in altri territori
  8. In cantiere il calendario del 2020 dedicato all’ambiente con a cura di Rossana Lignano, Lino Palumbo, Adriana Salafia.
  9. Il coordinatore tecnico Giuliana La Spada, riferisce la presentazione di un progetto, in collaborazione con Pax Christi International,
    sul bando europeo “Diritti, Uguaglianza, Cittadinanza” di cui si conoscerà l’eventuale approvazione, nel mese di dicembre 2019.