Mail

1 dicembre, Milano – Giornata Onu per i diritti del Popolo Palestinese

SOCIETA’ CIVILE PER LA PALESTINA ITALIA INVITA
ALLA

52ma GIORNATA ONU DI SOLIDARIETA’

CON IL POPOLO PALESTINESE

MILANO DOMENICA 1 DICEMBRE  2019

CAMERA DEL LAVORO-CGIL CORSO DI PORTA VITTORIA 43

 

PALESTINA:
LA R-ESISTENZA DI UN POPOLO

SENZA DIRITTI

E LA NOSTRA RESPONS-ABILITA’

Ore 10 – Sala Di Vittorio – Saluti Istituzionali (Camera del Lavoro – Comunita’ palestinese di Milano – Comune – Parlamentari)

Ore 11.00 – Tavola rotonda – coordinata da Luisa Morgantini con

Mahoumud Zawhare (esperto resistenza non violenta e accademico, coordinamento comitati lotta popolare) 

Mustapha Barghouti (sulla situazione oggi in generale)

Aida Tuma  (membro della Knesset – Hadash – joint list)

Presentazione  dei temi dei laboratori tematici

 Ore 13 – Break con catering a cura della Famiglia Palestinese di Milano da consumarsi in sede lavori

Ore 14,30 Inizio LABORATORI TEMATICI 

1) Le varie forme della r-esistenza creativa :

Resilienza-Resistenza-Inclusione:

 Come dare spazio ad iniziative di rivalutazione del territorio e inclusione per sviluppare opportunità di lavoro e contrastare indebolimento sociale ed economico causato dall’ occupazione.

Come la solidarietà internazionale possa sostenere queste iniziative nel lungo termine e condividerle nella sensibilizzazione anche in Italia.

Come decostruire lo stereotipo del Palestinese propagandato da Israele, superare l’assistenzialismo per una cooperazione paritetica in cui la Palestina può presentare modelli da adottare altrove.

Facilitatore: Guido De Monticelli

TESTIMONIANZE DI:

Farah Saleh . coreografa ,insegnante all’università di Edimburgo, impegnata in performance sull’uso dell’arte per dare vita ad un movimento di solidarietà oltre la Palestina, includendo rifugiati e persone con disabilità

 Hassan Muamer  promotore progetto Battir / UNESCO e oltre: attività di artigianato/tradizioni, ospitalità e turismo alternativo

Yousef Hamdouna Impegnato nel  progetto di Gaza sull’autonomia delle persone con disabilità, creazione di strutture autoprodotte a Gaza per superare gli ostacoli imposti dall’assedio della Striscia.

Tahseen Elayyan ,  vice-direttore di Al Haq

2) Il diritto internazionale: autodeterminazione, diritto penale internazionale e responsabilità degli Stati Terzi

 Facilitatore: Grazia Careccia  (esperta di diritto internazionale, di diritto dei conflitti armati e diritti umani ).

Da un excursus delle iniziative di tipo legale intraprese o in pianificazione identificare ostacoli e opportunità al fine di sviluppare sinergie e attività di sostegno alle iniziative in corso.

TESTIMONIANZE DI:

 Prof. Alessandra Annoni [Università di Ferrara] – Autodeterminazione e il ruolo della Corte Internazionale di Giustizia 15 anni dopo il Parere sul Muro.

 Susan Power [Al-Haq] – l’obbligo di stati terzi e privati di non favorire violazioni di norme perentorie del diritto interazionale. (sfruttamento di risorse naturali e il database delle Nazioni Unite sulle compagnie straniere che operano in territorio occupato). Questione che si lega fortemente a BDS. 

Giovanni Fassina, esperto in Diritto Internazionale

 

3)  Il ruolo delle donne palestinesi fra occupazione e patriarcato/libertà e liberazione:

Facilitatore: Rajaa Ibnou con le donne del Gaza Freestyle Festival e del Collettivo De Gener Azione

“Le nostre mani unite per libertà e liberazione  i nostri sguardi, pensieri e  fare, di donne palestinesi in Palestina, donne palestinesi nella diaspora, donne italo -palestinesi, donne italiane e del mondo”. (Luisa Morgantini)

Esperti:  Luisa Morgantini, Aida Tuma, giovani donne  palestinesi in Italia e partecipanti al Gaza Free Style Festival, De Gener Azione

Ore 16.30/17 – Plenaria con restituzione dai laboratori  da parte dei facilitatori

Ore 17.30 – Chiusura dei lavori

Per info ed iscrizioni> giornataonu@gmail.com

https://www.facebook.com/Giornata-ONU-per-la-Palestina-490396351128822/

La Giornata sara’ preceduta sabato 30  novembre da un allestimento di pista parkour e manifestazione con skaters davanti alla Stazione Centrale di Milano organizzata dal Circolo Lambretta