Pages Navigation Menu
Casa per la Pace Mosaico di Pace

Movimento Cattolico Internazionale per la Pace

Papa Francesco riceve in udienza privata il Consiglio Nazionale di Pax Christi

*Papa Francesco ha ricevuto in udienza il Consiglio Nazionale di Pax
Christi*

Il Consiglio Nazionale di Pax Christi ringrazia Papa Francesco per
averci ricevuti in modo cordiale e familiare, lo scorso sabato 12
gennaio 2019.
Eravamo noi 19 membri del Consiglio Nazionale, con il Presidente mons.
Giovanni Ricchiuti, la vicepresidente Giuliana Mastropasqua, il
coordinatore nazionale d. Renato Sacco. Insieme a noi anche mons. Luigi
Bettazzi, già Presidente di Pax Christi Nazionale e Internazionale e
Padre Conciliare.
Abbiamo potuto approfondire e confrontarci con papa Francesco, per circa
30 minuti, sulle tematiche a noi care, sui temi di grande respiro:
disarmo, riconversione fabbriche di armi, messa al bando armi nucleari,
nonviolenza attiva, dialogo ecumenico, cappellani militari… Come anche
sui Paesi e popoli vittime di conflitti a volte dimenticati a cui siamo
particolarmente vicini, come i Palestinesi, la Repubblica Democratica
del Congo, El Salvador, Siria, Iraq.
A lui abbiamo consegnato anche un messaggio della co-Presidente
Internazionale di Pax Christi, Marie Dennis, sottolineando come il
nostro Movimento ha una dimensione Internazionale, con numerose sezioni
in diverse Paesi del mondo.
Insieme abbiamo ricordato i nostri padri ispiratori e maestri: don
Tonino Bello, don Milani, don Mazzolari, San Oscar Romero, Martin Luther
King, Gandhi, Capitini..
Papa Francesco ha voluto sottolineare la sua denuncia contro le armi
nucleari: “è immorale sia l’uso sia il possesso”. “Si respira un’aria di
violenza e di guerra” ci ha detto.
Per questo ha sottolineato l’impegno di educare alla Pace, a partire dai
ragazzi.
Ha elogiato il valore della mediazione nei conflitti.
Abbiamo poi parlato della situazione dei migranti, di un clima molto
pesante…
Papa Francesco ha evidenziato con preoccupazione il rischio e il
pericolo dei populismi che portano all’isolamento. “Guai se
dimentichiamo cosa è successo con Hitler e con Mussolini.” E ci ha
ricordato che l’uomo corre questo rischio, perché è l’unico che mette il
piede nella sua stessa impronta. Nessun animale lo fa, neanche l’asino.
Ci ha ricordato il messaggio per la Giornata Mondiale della Pace /‘La
buona politica è al servizio della pace’/ (e noi gli abbiamo lasciato
alcune copie della nostra rivista Mosaico di pace, con il numero
monografico sul messaggio) Infine ha ricordato i padri fondatori
dell’Europa: Schumann, De Gasperi, Adenauer.
Ci ha incoraggiati e spronati a continuare nel nostro impegno.

Firenze, 14 gennaio 2019

d. Renato Sacco coordinatore nazionale di Pax Christi

renatosacco: I primi 10′ ..oggi a caldo subito dopo ludienza….
https://www.radioinblu.it/streaming/?vid=0_cwhhc02z

Mons. Ricchiuti – Radio Vaticana
https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2019-01/papa-francesco-pax-christi-disarmo-educazione-pace.html

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.