Pages Navigation Menu
Casa per la Pace Mosaico di Pace

Movimento Cattolico Internazionale per la Pace

MARCH FOR OUR LIVES – Marciamo per la nostra vita!

March for Our Lives  è  una manifestazione studentesca svoltasi il 24 marzo 2018 a Washington e in altre 800 città  degli Stati Uniti e di altri paesi del mondo.

Gli studenti organizzatori hanno pianificato la marcia in collaborazione con l’organizzazione no-profit Everytown for Gun Safety. L’evento è nato a seguito del massacro alla Marjory Stoneman Douglas High School.

La manifestazione è nata per affermare la necessità di una maggiore restrizione sulla vendita delle armi, anche attraverso una modifica costituzionale.

Con due milioni di persone in marcia negli Stati Uniti, è stata la seconda protesta più grande di sempre dopo la Women’s March on Washington, e la più grande protesta studentesca nella storia degli Stati Uniti.

In questi giorni uno degli studenti promotori di questo movimento,  Zion Kelly, assieme alla sua insegnante Lee Karen ed alla  zia Gray Jessica Alexis, è in Italia, invitato da Pax Christi, per portare la sua testimonianza e raccontare la sua storia e quella di questo movimento giovanile che ha scosso  la coscienza di tutta l’America.

Il 2 ottobre, giornata della nonviolenza istituita dall’ONU nel 2007 per l’anniversario della nascita di Gandhi, la Carovana della Nonviolenza ha iniziato il suo percorso facendo tappa a  Catania, e sta proseguendo in diverse  città italiane ( Lamezia Terme, Portici, Napoli, Besozzo, Tradate, Casalecchio di Reno ), si concluderà poi con  la Marcia Perugia Assisi il 7 ottobre, e continuerà idealmente a capodanno con la annuale Marcia per la Pace che si svolgerà  il 31 dicembre a  Matera, proclamata capitale europea della cultura per il 2019.

“L’esperienza dolorosa dello studente statunitense, che lo scorso anno ha perso il fratello gemello, vittima della violenza in una scuola superiore di Washington è stata al centro del suo racconto semplice, profondo, pieno di verità, ma non per questo triste, perché rivissuto nella ferma intenzione di trarne dei frutti mettendolo al servizio di altri, soprattutto delle scuole e dei ragazzi, in una società che sempre di più corre il rischio di smarrire i valori fondamentali della tolleranza e del rispetto degli altri esseri umani.  Ugualmente intensa l’esperienza di Karen Lee, docente di Psicologia e di Diritto, insegnante di Zion Kelly, che per ben due volte si è trovata a vivere il dolore di un lutto per la perdita di due alunni, vittime  di una violenza cieca e folle che si serve dell’uso facile e frequente di armi nelle mani degli adolescenti.”

“Con tono pacato, ma fermo e determinato, Zion spiega i motivi della scelta di comunicare la sua esperienza, e, con sfumature diverse e sempre convincenti, mostra la ferma intenzione non solo di rendere viva la memoria del fratello, ma soprattutto di denunciare la pericolosa deriva che scaturisce dall’uso facile delle armi e dai troppi episodi di violenza, anche nei confronti delle persone di colore.”

Parlare oggi di nonviolenza è quasi parlare di un’utopia, di qualcosa di impossibile, di irraggiungibile, oggi vogliamo invece dare un messaggio diverso la nonviolenza è possibile, è realizzabile è praticabile .

Anzitutto perché la nonviolenza non è passività, non è rinuncia non è astensione, essa al contrario contiene un messaggio positivo (la parola nonviolenza è unita e non staccata perché elimina la negazione ).

La storia è ricca di esperienze e di testimonianze di nonviolenza, spesso nascoste, dimenticate od offuscate, perché si vuole privilegiare una visione della storia che nega la possibilità di un cambiamento sociale per la realizzazione della libertà, della giustizia, della comunione fraterna.

In questa settimana intendiamo celebrare, recuperare, valorizzare e raccontare questa storia fatta di uomini e donne che hanno creduto e credono in tutto ciò, come Zion e gli studenti americani che hanno detto basta alla violenza.

 

LE PROSSIME DATE:

5 ottobre h.10.00 Tradate (Va) Liceo “M.Curie” Referente Gianna Badoni 335 6796835
5 ottobre h 20.45 aperto al pubblico Casa per la pace a Casalecchio di Reno
6 ottobre h.10.00 liceo Leonardo Da Vinci Casalecchio di Reno
6 ottobre h.18.00 aperto al pubblico Centro sociale Labas c/o quartiere San Vitale Bologna. referente Mauro Innocenti 333 6938676

Marcia Perugia Assisi : 7 ottobre.

 

A questo link l’articolo di Anna Mastropasqua sull’incontro svolto a Catania con gli studenti di varie scuole superiori

giornata della nonviolenza 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.