Mail

NO PORT LEGHORN, NO CAMP DARBY

(dal portavoce del Comitato livornese Franco Busoni)

Continuano i presidi di protesta, iniziati a maggio, in occasione dell’arrivo a Livorno delle navi della flotta del Maritime Security Program (MSP).

Le navi della flotta MSP portano bombe, missili, esplosivo ad alto potenziale, munizioni, armi, blindati, camion e altri materiali bellici a Camp Darby e da Camp Darby al fronte di guerra americana.

Accade così dal 1991, da quando, implosa l’URSS gli USA credevano che fosse arrivato il trionfo del loro “Destino manifesto”.

Da Camp Darby, dal porto di Livorno, abbiamo rifornito il fronte di guerra in Iraq, nei Balcani, in Somalia, in Libia e oggi in Siria e Yemen, naturalmente anche – all’occorrenza – con bombe al fosforo bianco e con bombe a frammentazione.

Non vogliamo più che il nostro territorio sia usato dall’US Army come la propria “retrovìa”.

(retrovìa s. f. , comp. di retro- e via. – Nella terminologia militare, per lo più al plur., retrovie, la zona di territorio a tergo delle grandi unità operanti, ove si svolge il fluire dei rifornimenti, … s’impiantano i depositi di materiale, le officine di riparazione, e si raccoglie e si ordina tutto ciò che serve ad alimentare l’attività nell’area di combattimento, Vocabolario on line Treccani)

L’8 e il 26 Ottobre e il 12 Dicembre sono la vigilia dell’arrivo a Livorno (allo stato odierno della possibilità di previsione) rispettivamente delle navi Liberty Pride, Liberty  Passion e Liberty Promise.

La Liberty Pride risulta arrivata il 9 Settembre dal Pacifico al porto di Hueneme, in California, e oggi dovrebbe essere in navigazione verso il canale di Panama per raggiungere i porti della costa orientale degli USA, consueti punti d’imbarco fin dagli anni della seconda guerra mondiale dei prodotti dell’industria bellica americana.

La Liberty Passion è ancora nel Golfo Arabico,  lasciato in Kuwait il porto di Shaiba, uno dei porti più grandi del Paese dove c’è Camp Spearhead Army.

Nelle immediate vicinanze di Shaiba c’è anche Camp Patriot, dotato senz’altro delle migliori strutture fra le 8 basi del Kuwait ( Camp Doha, CampVirginia,  Camp Buehring, Camp Patriot, Camp New York).

La Liberty Promise invece ha lasciato martedì scorso 11 settembre Jeddah. Aveva lasciato domenica 2 Settembre Livorno e vi tornerà giovedì 13 Dicembre.

Qui di seguito trovate il recentissimo video di Manlio Dinucci sul tema:

https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=blsLacX_Q-I

Nel corso dei presidi sarà diffuso un volantino informativo e saranno raccolte firme per la lettera  al “Governo del cambiamento” (se ci sei batti un colpo).

Segnalo i seguenti appuntamenti livornesi:

Lunedì 8 Ottobre

Venerdì 26 Ottobre

Mercoledì 12 Dicembre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.