Mail

Appello della Chiesa presbiteriana

William Barber IINon c’è modo nella cultura americana di affrontare le realtà sistemiche della povertà, del razzismo e della devastazione ecologica senza comprendere e confrontarsi con uno dei peccati continuativi e originari dell’America, quello del militarismo.
Oggi, spendiamo una parte maggiore del budget della nostra nazione per la guerra di quella che abbiamo speso durante la guerra del Vietnam.
I bilanci sono guidati dalla follia del commercio bellico e dei tagli fiscali per quei magnati che traggono profitto dalla guerra e che diventano ricchi mentre i corpi di giovani, poveri cittadini di tutte le razze, credo, colore e atteggiamento sessuale sono distrutti e menomati, e le loro capacità mentali spezzate per sempre. Sintonizzati stasera alle 19:00 EST per un live stream dalla storica Chiesa presbiteriana di New York Avenue, dove Abramo Lincoln scrisse parti della Proclamazione di Emancipazione e Martin Luther King pronunciò un sermone che sfidava la guerra del
Vietnam.
Io denuncerò i costi dell’economia di guerra e il danno morale e reale del militarismo, e voglio invitarvi a unirvi al lancio della Campagna dei Poveri: un appello nazionale per un risveglio morale
con un’attenzione su bambini, donne e poveri disabili.
Unitevi a noi in un impegno nonviolento a partire dal 14 maggio a Washington DC o in questi 40 stati. Non possiamo più tacere. Il Dr King ci ha detto: “Una nazione che continua anno dopo anno a spendere di più per la difesa militare che per i programmi di miglioramento sociale è vicina alla morte spirituale”. Per promuovere continuamente il militarismo, una nazione deve essere  coinvolta in enormi bugie e inganni. Persino il generale Eisenhower, nel suo discorso finale alla Casa Bianca nel 1961, disse; “Nei consigli di governo, dobbiamo stare attenti a non acquisire un’influenza ingiustificata, richiesta o non richiesta, da parte del complesso militar-industriale del Congresso : il potenziale per la disastrosa ascesa del potere malriposto esiste e persisterà”.
Vediamo che la Casa Bianca riempie la sua leadership di coloro che si impegnano nella guerra. Abbiamo visto i politici approvare un accordo di bilancio in cui un gruppo si vanta di quello che ha fatto per la classe media e un altro si vanta di quello che ha fatto per l’esercito, ma nessuno dei due dice nulla sui poveri. Abbiamo messo in campo droni senza pilota che uccidono donne e bambini. Il nostro presidente ha recentemente lanciato missili contro la Siria, e il suo portavoce ha mentito e ha detto che era in conformità con la Costituzione.
Nessun movimento che si preoccupi del cuore e dell’anima dell’America, e letteralmente dell’esistenza del mondo, può ignorare o rifiutare di confrontarsi, in modo nonviolento, con l’economia di guerra e il militarismo della nazione. Vi invito ad unirvi a noi stasera alle 19:00 EST per sentirne di più sui costi dell’economia di guerra e sul danno morale e reale del militarismo. Unitevi a noi mentre lanciamo la Campagna dei Poveri: un appello nazionale per un risveglio morale, che inizierà il 14 maggio con un’attenzione su bambini, donne e poveri disabili. Unitevi a noi in un impegno nonviolento a Washington DC o in questi 40 stati. Con la speranza di una “unione più perfetta”.
Reverendo William Barber II

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.