- Paxchristi - http://www.paxchristi.it -

Il cammino continua, sui sentieri nonviolenti

“In passato eravamo sempre lì quasi a recriminare e a cercare di strappare dei piccoli spazi sui temi della nonviolenza, del disarmo.. Ora invece, ci troviamo a rincorrere e ad impegnarci per dare pienezza e concretezza al messaggio della prossima Giornata mondiale della Pace, 1 gennaio  2017:  ‘La non violenza: stile di una politica per la pace’ “.

Era il commento che facevamo nelle scorse settimane con un gruppetto del punto pace di Bologna, dopo un incontro organizzativo in vista della marcia della notte di Capodanno che sarà appunto a Bologna. Il tema di quest’anno si apre a grandi riflessioni e ci offre grandi spunti come non mai (anche se non violenza è scritto staccato…) visto che verrà toccato in modo esplicito il tema della nonviolenza e delle armi.

“Dobbiamo, pertanto, – dice la nota della S. Sede – muoverci negli spazi del possibile negoziando strade di pace, anche là dove tali strade appaiono tortuose e persino impraticabili. In questo modo, la non violenza potrà assumere un significato più ampio e nuovo: non solo aspirazione, afflato, rifiuto morale della violenza, delle barriere, degli impulsi distruttivi, ma anche metodo politico realistico, aperto alla speranza”.

Per questo alla ripresa delle nostre attività sul territorio il lavoro non manca. Alcuni Punti pace hanno già programmato, o lo stanno facendo, la Giornata dell’andare insieme! Nell’estate sono state vissute tante belle esperienze: famiglie, giovani, punti pace, settimane alla casa di Firenze, e non solo… Tante cose che in parte vengono riprese in questo numero di Verba Volant che vuole cercare di raccogliere quello che avviene nei nostri territori. Per questo vi chiedo di mandare tutte le vostre informazioni, in modo da condividerle!

Abbiamo davanti la marcia Perugia-Assisi il 9 ottobre a cui anche Pax Christi ha aderito chiedendo che alcuni temi vengano evidenziati con maggior chiarezza e coraggio.

E, come dicevo all’inizio, ci aspetta la marcia di fine anno a Bologna e il nostro Convegno che la precede. Nel frattempo… dobbiamo fare i conti con tante guerre ‘a pezzi’:  Siria, Libia, ecc  e con la Ministra Pinotti che dice: Sigonella è una portaerei sul mare. Fondamentale nello scacchiere della sicurezza…’.  Come vedete il lavoro non ci manca!

Infine, ma avremo modo di riparlarne con più calma: agli inizi di settembre è stato firmato l’atto notarile per il passaggio di proprietà della Casa per la Pace, dall’Opera di Ivrea a Pax Christi !! Inoltre, come annunciato all’assemblea ad Assisi, si è anche firmato l’atto di acquisto per la nuda proprietà della ‘biblioteca e altri locali annessi’’ del Professore Alinei, che alcuni anonimi donatori hanno voluto pagare, intestastando la proprietà a Pax Christi.

Un grande grazie a tutte e a tutti !! Buon lavoro per la pace.

Renato Sacco, coordinatore nazionale