Mail

e invece abbiamo detto SI’!

Ci avevano detto “non serve votare, non è un vostro dovere”. Invece  il segnale di controtendenza è stato confermato oltre ogni previsione e gli italiani si sono espressi chiaramente. Abbiamo detto sì alla partecipazione popolare.

Ci avevano detto che ogni cosa, dall’acqua, alla salute, alla giustizia è mercificabile nell’interesse di pochi. Invece abbiamo cominciato a riflettere sulla  “salvaguardia del creato”, che ogni uomo è tenuto a preservare,  e sull’umanità con i suoi bisogni e i suoi sogni di vita dignitosa. Abbiamo detto sì al bene comune.

Ci avevano che la giustizia è uguale per tutti, a parte qualcuno. Invece abbiamo ricordato che ogni cittadino, a cominciare dal presidente del consiglio, deve presentarsi in tribunale se indagato. Abbiamo detto sì all’uguaglianza tra tutte le persone.

Abbiamo detto quattro volte sì. Ed ora ci devono ascoltare. Per il bene di tutti, anche il loro.

Pax Christi Italia,
macroarea diritti umani

13 giugno 2011

1 commento

  1. antonio vitali Rispondi

    Chi ci governa ci dice tante cose…………
    dopo che abbiamo espresso il nostro pensiero con il voto,
    spero che comincino a comportarsi nella direzione
    indicata dal voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.