Mail

Uomini e donne come noi

illegale

Prendiamo in prestito il titolo del libro di Gian Carlo Perego per dedicare l’editoriale di questo numero di Verba Volant a tutti gli immigrati, in particolare per non dimenticare tutte le vittime che quotidianamente si aggiungono alla conta. Il Mare Nostrum sta diventando un cimitero sempre più grande e ciò non ci può far star tranquilli. Molti e molto più competenti di noi hanno scritto e affrontato il tema dell’immigrazione, vogliamo segnalare l’intervista del card. Montenegro presidente della Fondazione Migrantes e la poesia che inseriamo integralmente di Sergio Paronetto, nostro vice presidente che ha fatto il giro di molte parrocchie e gruppi in tutt’Italia.

Dio straniero, annegato

Dio straniero, annegato un’altra volta nel Mediterraneo, che da anni è il grande cimitero di poveri in fuga da guerre e miserie dovute anche alla nostra politica e alla nostra economia
Dio migrante forzato, violentato, scartato e crocifisso anche a causa dell’indifferenza e della mancanza di una politica responsabile da parte di un continente che si ritiene faro di civiltà
Insegnaci a vivere la tua Parola:
“Ero straniero e mi avete accolto”.
“Tratterete lo straniero che risiede fra voi come colui che è nato fra voi; tu l’amerai come te stesso”.
“Non dimenticate l’ospitalità, perché alcuni, praticandola, hanno ospitato senza saperlo degli angeli”.
Dio non fa preferenze di persone”.
Aiutaci a capire che tutti gli uomini hanno la stessa dignità di creature a tua immagine e somiglianza.
Dio dal volto dei mille colori aiutaci a non oscurare la tua gloria che risplende sul volto di ogni persona.
Dio della pace, morto e risorto, che fai di ogni paese la tua casa ma che ogni casa senti straniera
salva quanto di Te è rimasto in noi
che ci possiamo ancora indignare per ogni diritto negato
che ci possiamo ancora ribellare alla violenza razzista
che ci possiamo ancora opporre all’ipocrisia di chi usa il tuo nome per escludere,
che ci possiamo ancora commuovere e purificare con le lacrime pregiudizi, ossessioni, paure.
Dio che sei venuto e continui a venire
Vieni a salvarci e fa’ che ogni giorno possiamo salvare Te

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.